VITTORIA VANGHELIS

BIOGRAFIA

Vittoria Vanghelis, nasce a Chiavari ,Genova nel 1961.
Liceo Artistico e laurea in Architettura a Torino.
Vive a Torino e Parigi .
Nel 1988 si stabilisce a Milano.
Nel 1990 abbandona il lavoro di Architetto e si trasferisce in Liguria.
Nel 2010 vive e lavora a Genova.




La Non-Separazione dell’ uomo con ciò che sta intorno, è il nucleo centrale della ricerca di Vittoria Vanghelis. L’uso dei mezzi espressivi è per Vittoria uno strumento temporaneo. Diversifica con pittura, fotografia, performance, video arte, materiali nobili, legno ferro, oro, filati...
Nel decennio 2000-2010, analizza lo spazio abitativo sviluppando il progetto ARTE INTEGRATA, realizzando installazioni pittorico materiche, site specific per i grandi yachts del Gruppo Ferretti.
Parallelamente porta avanti una ricerca sulla materia legata al filo serico e approda alla realizzazione di Seidenstraße : LA VIA DELLA SETA MARITTIMA, interpretando i collegamenti sempre più contemporanei tra oriente ed occidente e tra gli umani.
“Comunicazioni tra gli uomini”: la ricerca della relazione con lo spazio intorno include la fisicità dell’ uomo.
Una ricerca fotografica: VI.VA. analizza la realtà Rom con esperienza dirette.
Dal Concettuale allo Sperimenziale.

In questo secondo decennio La Vanghelis è il medium, non rappresenta più qualcosa che avviene intorno, non ci sono più mezzi rappresentativi che possano raccontare: Pittura, fotografia, video, diventano inespressivi rispetto al contemporaneo. Nell’ occhio del ciclone del mondo contemporaneo, come definito da Sciaccaluga anni addietro, sperimenta dal vivo, nessuna rappresentazione di qualche cosa ma la ”Manifestazione”.
La Vanghelis dal 2011 nasconde il suo nome e con altro nome, questa volta anagrafico, inizia una performance vitale , da lei definita COERENZA SOCIALE, l’ artista non è più un medium ma interpreta e sperimenta “cose di vita quotidiana” nelle dinamiche della società (lavoro in corso- documentato) Creare Lavoro, Occupazione, Etica nel lavoro, Interazione, Scambi, Crescita, Formazione, Sviluppo, Innovazione


Estratti di testi critici del suo lavoro:
Maurizio sciaccaluga:
“La ricerca di Vittoria Vanghelis è una questione di spazi vitali, individuati con difficoltà , in ebollizione, conquistati a fatica tra i claustrofobici grovigli dell’informale, strappati – letteralmente – al trionfo incontrastato del colore. Muove dal desiderio d’assicurarsi la quiete durante e dentro la tempesta, accontenta la voglia di rintracciare e abitare esattamente l’occhio del ciclone, quella nicchia d’irreale e assoluta tranquillità attorno alla quale pare scatenarsi la furia degli elementi.”
Cesare Cunaccia:
“Poco contano luogo, tempo, spazio. Da una monade visiva ne arrivano altre, una catena pulsante che raggiunto l’interno costringe a proseguire, che scandisce la direzione. Un filo serico che seguita a condurre ad altro, in profondità nulla rimane più fisso, stabile, permanente, definitivo. Non vi è inizio nè fine, un filo è uguale ad ogni estremità, non puoi distinguere il capo dalla fine. Potrebbero anzi non esistere né inizio né fine. Piuttosto evoluzione necessaria e costante, metamorfosi, nulla si ferma, l’impermanenza delle cose.

“L’arte- afferma Vittoria Vanghelis - è libertà e la libertà suprema consiste nel dare a se stessi la legge del proprio agire”.

Esposizioni

2012-13-14...
  • Corpo e mente al lavoro. Costruire il lavoro attorno all'uomo. Performance.

    Dimora nasce nel 2012 quando l'artista decide che la performance più contemporanea è sperimentare la vita, il lavoro dell'impresa nella costruzione di un prodotto a tutto tondo intorno alla donna e all’ uomo.
    Si sviluppa cosi Dimora, che in italiano significa casa. Per Vittoria Vanghelis è la casa delle idee, dei progetti e delle scelte pratiche, etiche, funzionali dove funzione coincide con espressione estetica e individuo con gruppo di persone.
    Dimora è un team che progetta sviluppo e impresa ogni giorno.
2010
  • DIMORARE OGGI - lavoro in corso documentato.
2009
  • Collettiva " Scusate il disturbo" - Milano - Spazio 30 - promotori : Il Volo onlus e Notfair Gallery , a cura di Luca Bradamante.
2008
  • CONVIVIO - "FINE ART CHEAP ART" - Milano. A cura di : Paola Manfrin, Giulia Clavarino Puri Negri, Cesare Cunaccia, Osanna Visconti di Modrone, Silvia Malgara e Alssandra Salina
2007
  • Zonafranca - Genova PERSONALE "Seidenstraße"e trasformazione del baco (animali vivi )- Testi critici Cesare Cunaccia e Vittorio Falletti
2006
  • MANIFESTO’ – Torino – piazza della Vittoria
  • PERFORMANCE VENERERIVA "dialogo diretto con l’energia delle cose"
  • Area cantiere Riva S.p.a - La Spezia testo critico Cesare Cunaccia
  • Biennale d’arte moderna contemporanea del Piemonte – Villa Giulia – Verbania- testo critico Vittorio Falletti
2005
  • Art First Arte Fiera Bologna – Galleria Giampiero Biasutti – Torino
  • Collettiva – Galleria Giampiero Biasutti - Torino
  • MUSEO ARTE CONTEMPORANEA CASTELLO RIVARA – "Blog Rimbaud" –Rivara Torino
2004
  • RIPARTE - Fiera internazionale d’Arte Contemporanea – Genova
  • LUCI D’ARTISTA - ManifesTO – Torino
  • PERSONALE "Passaggi" - Galleria Novato Arte Moderna e Contemporanea – Fano – testo critico M.Sciaccaluga